venerdì 18 maggio 2012

Inspirational Friday (ma non era di sabato?..boh)

Vabbè è lo stesso...venerdì, sabato, martedì..macchisenefrega lo vogliamo mettere?

In realtà volevo scrivere una nuova puntata dello Strano caso di una silviamagnolia a Londra, ma per raccontarvi quella che sarebbe stata la trama di questa puntata ho bisogno di un po' di ispirazione e di saggezza, cosa che ovviamente , quest'ultima, prendo in prestito non avendone, da un nome di spicco inglese (per dare gloria al paese ospitante).

drinnn
Io: "pronto"
Manzoni: "come un nome di spicco inglese?"
Io: "in che senso scusa?"
Manzoni: "cioè..e io?"
Io: "senti..mettiti in pace con l'anima perchè oggi non sei stato interpellato ok? e credo di essere abbastanza grandicella da citare chi mi pare ari ok?"
Manzoni: "sì vabbè..era per dire"
Io: "sì per dire , come no..."

ah che pazienza 
Dicevo ..oggi scomodo un grande della storia inglese e per onorare anche di più..ve la scrivo in inglese

If you are going through hell, keep going - Winston Churchill

Tradotto per i pochissimi che non sanno l'inglese : se state attraversando l'inferno, andate avanti ( e spero che sia la versione corretta perchè ce ne sono ben 4 che circolano in giro, ma io ho sempre saputo questa amen).

E' abbastanza chiara come antifona?
No dai, non voglio esagerare perchè l'inferno è ben altro e le situazioni gravi sono, come ben sapete, ben altre nella vita, cose molto ma molto più serie.
No, non è l'inferno, ma una congiuntura di situazioni piuttosto stancanti e logoranti sia fisicamente che mentalmente, condita da una spruzzata di quello che sembra essere un Saturno sempre in pista da ballo nel mio segno almeno fino a ottobre, energizzata dal pessimo tempo e da un periodo da "emigrato con il materasso sull'auto".
Insomma roba leggera.

scusate divago ...ma come vedete da Tesco si festeggia Her Majesty..e visto che come forse riuscite a vedere qualche cupcake si è leggermente spiaccicato sul coperchio..questa confezione è stata scontata immediatamente del 70%. Mia! sia mai che faccio buttare via..tsè io sono contro lo spreco

Quando ho iniziato a pensare a come aggiornarvi sulla mia avventura, mi sono domandata quanto avrei dovuto/potuto vomitarvi addosso la mia alternante salute mentale di questi ultimi mesi, ma appena ho messo le dita sulla tastiera il caro Churchill mi è tornato in mente con questa bella frase che imparai nientedimenoche alle superiori. Mi ricordo che arrivavo a scuola con lo pserodattilo mentre la mia amica del ccccuore aveva il brontosuaro di moda ...giusto per farvi il punto temporale.

Domani , se Dio vuole, ci consegnano la nuova casa a Greenwich e io per l'ennesima volta sono a rifare le valigie, non capendo per quale stranissimo processo non ovviamente naturale, ogni volta che faccio le valigie, il contenuto sembra come minimo quintuplicato. Eppure non c'è niente di nuovo e ho stirato tutto alla perfezione per non prendere posto, fatto sta che ho 4 adolescenti (le valigie in termini di peso) da portarmi dietro. Con buona pace del tempo che spero non pianga le sue fredde lacrime proprio domani.

Per il resto siamo ancora in un limbo strano misto tra emozione, stanchezza, morale un po' giù per l'accaduto dello scorso mese, ogni tanto qualche simpatico intoppo, litigi (perchè quando stai 24 ore su 24 insieme you really can't help come dicono gli inglesi...non ci puoi proprio fare niente), riappacificazioni, paura, tristezza, malinconia. Tutto mixato in due normali persone che cercano solo di fare qualcosa di buono. 
Inizio a sentire il peso di essere un emigrato, anche se non posso e non devo lamentarmi visto la poca permanenza ancora e visto che sono molto avvantaggiata rispetto ad altri che sono per esempio da soli, nonostante le litigate è sempra la mia spalla dove appoggiarmi e io per lui. E non vi nascondo che questo passo lo abbiamo fatto proprio per noi due, per la nostra famiglia e la nostra vita insieme, quindi sono molto fortunata.

E' un periodo difficile, mi chiedo e mi richiedo mille volte se abbiamo fatto bene, non sapete quante volte mi domando ma chi me l'ha fatto fare, perchè gli inglesi sono precisi e accoglienti ma a modo loro. Ti devi adeguare e basta. E poi la lingua, il tempo, la lontananza, e bla bla bla..metteteci che ogni tanto penso alla mia carriera e al mio lavoro e quasi a volte mi viene il mal di testa da quanto mi arrovello per capire dove ho sbagliato , cosa devo fare, come fare a risolvere certe cose.
Ma tant'è Winston ha ragione, è inutile ammalarsi di preoccupazione e disperazione, serve fino al punto in cui riesci a sfogare un minimo le tue emozioni,  poi però devi ripartire. DEVI. 
Sono nel mezzo del tunnel e indietro non posso tornare, devo andare avanti per forza, prima o poi finirà.
E' la cosa più intelligente che riesco a dirmi oggi.

Poi c'è chi dice che se sei nel tunnel ...arredalo. E anche questo mi sembra giusto, ma non è un ragionamento che mi rispecchia. 

Piuttosto rivoluzione il concetto di tunnel mentre ci passo dentro. Meglio, più magnolia.


la vetrina (una sola altrimenti ci faccio notte) di Harrods

Qui si alternano giornate di tiepida arietta , massimo 16°, a freddo intenso , credo che due notti fa sia stato -1° , solicino pallido che ogni volta che appare ci fa sentire come a riccione in pieno agosto dalla bellezza di sentirlo sulla faccia, pioggerella stronza ..sapete quella così fine che sembra una spolverata di zucchero a velo..sì dai quella che "no dai non lo apro l'ombrello" e finisci bagnata come un pulcino in alto mare.
I nostri NIN National Insurance Number sono già stati richiesti questa settimana e oggi mi hanno già chiamato da Glasgow (sede del centro per l'impiego che si occupa del Nin) per chiedermi se l'inidirzzo era corretto. Certo..uhmm se l'ho scritto. E lui "ah beh certo sì" 
Ok...e quindi? "no nulla era per confermare"
Ah ok. mah.

I festeggiamenti per il giubileo sono già in pieno fermento e come vedete dalle foto (e anche poche altrimenti potevo congestionare blogger) non si avverte per niente girando le strade e guardando le vetrine.
Noooo. Per niente Her Majesty, non ha esagerato nulla , stia tranquilla.

drinn
Manzoni: "lo vedi?"
io : "cosa? ahhh.."
Manzoni: "che ti servivo anche oggi ah ah "
io: "fai poco il vanitoso ti prego"
Manzoni: "ma Winston chiii? , ma vieniiii"
io: "la fai finita?"

Mi ci voleva anche la competizione gelosia tra personaggi storici.

bandiera 3d...siamo a Carnaby street..e dove la mettiamo altrimenti una bandiera disco anni 70?


post signature

domenica 13 maggio 2012

Parliamone

Volevo continuare a fare finta di niente, ma anche a kilometri e kilometri di distanza, le notizie che mi arrivano attraverso le mie ex allieve, tesori vari e ahimè attraverso qualche ricerca che mi sono messa a fare oggi (potevo fare altro di più rilassante a dire il vero), sono tutto tranne che positive.

No, lasciamo perdere la situazione economica-politica-pensionistica ecc ecc... dell'Italia, tanto è inutile che mi metta a parlarne qui , ne avrei così tante da dire che potrei impallare blogger per giorni, quindi tranquilli tengo nel fodero la sciabola.

In realtà mi riferisco a cose ancora più vicine a me ..e probabile anche a molta parte di voi.

Non ho chiaro come esprimere quello che penso, anche perchè sono talmente tante le cose che mi sono passate per la testa oggi tra notizie varie (e perdonatemi anche il periodo un filino stressante..ma giusto un filino eh ), che la chiarezza potrebbe andare a farsi friggere molto velocemente.
Chiedo venia da subito per qualsiasi errore e qualsiasi perdita di ragione (spero momentanea)..ma quando "ce vo' ce vo'" giusto?

E sarò pure breve (manzoni vai pure a cena con gli amici oggi..rilassati)

Ok il mondo è bello perchè è vario.
Ok il mercato deve offrire una moltitudine di servizi che possano accontentare tutti.
Ma tra accontentare e prendersi in giro c'è una bella differenza.

Giusto ieri e stamani ho letto su facebook e alcune mie ex allieve mi hanno riportato, che esistono dei corsi pubblicizzati sul sito più famoso di coupon ( e sapete a chi mi riferisco) e altri siti del genere, venduti a prezzi bassissimi.
No aspettate ..ho detto bassissimi? Ho sbagliato, scusate, volevo dire ridicolmente bassi.

19 o 29 Euro per 8 ore di corso per diventare wedding planner.
Io forse non ho mai capito niente, vedi la fine che sto facendo pur di continuare a lavorare e percorrere la mia strada, forse non sono il top della strategia marketing, o forse diciamo che la ruota si era fermata e riprenderà a girare presto spero...ma metto da parte la mia professione e parlo da consumatore e da lettore.

Sì perchè parliamone sul serio, se io fossi oggi una ragazza interessata a diventare wedding planner e mi guardassi attorno per trovare un corso, non so'..sinceramente parlando...quanto schiferei un corso a 19 o 29 euro per solo 8 ore sapete?
No sul serio..con la crisi che c'è e con i soldi che mancano sempre, per non parlare della paura di essere fregati e di perdere soldi, o di non avere un corso serio per i molti soldi chiesti di solito..io sarei interessata.

Quindi non biasimo neanche i consumatori , quelli che questi corsi li comprano, e forse non ho voglia di biasimare neanche chi li organizza sapete perchè?
Perchè i numeri danno ragione a loro. Questa è la triste verità.

Vogliamo parlare della qualità del corso? del programma e dei contenuti? dei contenuti extra che sono anche forse più importanti del programma? dell'assistenza post corso fino ad un anno di percorso insieme? della professionalità di chi insegna?
Sì certo se parliamo di tutto questo è normale dire quello che penso anche io: non è possibile in ordine
1) imparare a essere un wedding planner in 8 ore (se per questo neanche in un mese..ma rimaniamo sul tema principale)
2) è sul serio possibile che i contenuti siano succulenti e importanti per 19 euro?  (non voglio tirare l'acqua al mio molino, sapete come sono fatta, ma se la mia dispensa e corso hanno creato interesse in giro è perchè i contenuti accidenti se ci sono , tanti e approfonditi, non posso darli via per meno di una pizza e una coca cola)

Questo ragionamento è giustissimo, meglio la qualità che la quantità.
Giusto?
No..la legge del mercato da' ragione alla quantità.
Perchè ho visto che uno di questi corsi ha circa 200 acquirenti (mi sembra) che per Euro 19 mi da' un bel totale di ...3800 euro. Cifra che a me fa' gola e che non vedo tutta insieme da tempo (se mai l'ho vista e parlo di miei soldi ahah).

Moralmente non sono daccordo con questi corsi , perchè credetemi non si riesce a nemmeno iniziare un programma serio in solo 8 ore (forse è un seminario? bah ho i miei dubbi..io l'ho sempre scritto a lettere cubitali che non era un corso), ma se si deve parlare di successo di un corso, boh.

Da una parte vi dico BASTA con i corsi ridicoli e perdite di tempo e denaro (perchè anche 19 euro sono perse per una cosa così..piuttosto invitate il manzoni fuori a cena che è sempre in bolletta con me), vi prego proprio BASTA perchè tutto questo porta a figure professionali che non sono per niente professionali..e poi ci lamentiamo che in Italia il wedding planner non va avanti! certo..finchè ci saranno persone che non sanno fare questo lavoro a rappresentare la categoria , le coppie non si fideranno. E hanno ragione mannaggia. Santa ragione.
E' colpa nostra. Tutto è colpa nostra. 

Ma posso aprirmi sinceramente con voi? in un piccolo anfratto del mio profondo io, invidio giusto leggermente chi riesce a vendere bene un corso, anzi invidio chi riesce a lavorare e avere dei guadagni. Non è giusto, ma sono dei bravi venditori e strateghi di marketing.

E questa mia invidia è anche più patetica e triste del corso a 19 euro.
Qualcosa deve cambiare.

ps: ho aggiornato la pagina dei corsi con il corso online e la pagina con il nuovo servizio mentoring..io continuo con la qualità non so' voi...

post signature

mercoledì 9 maggio 2012

Welcome back

Arrivata.
Vorrei dirvi ieri sera..ma tra arrivare a Londra e poi all'hotel, ho spento la luce sul letto solo alle 3.40 del mattino, per poi ovviamente sbarrare gli occhi stile peggior film horror degli ultimi 100 anni, verso le 8. Non aggiungo altro.

A chi mi chiede che tempo c'è qui..brutto, che c'è bisogno di dirlo? "miserable" come apostrofano sempre i vecchietti che incontro la mattina mentre vado a prendere il mio latte macchiato da Costa, già è proprio la parola giusta, non avrei potuto pensare a niente di più azzeccato. C'è da dire che le temperature sono aumentate , pensate che si riesce a stare con il giubbotto aperto! roba da pazzi ahaha

Volevo fare alcune foto per farvi vedere le prime decorazioni in giro per la città, allestite per il giubileo della regina: festeggiamenti che si terranno i primi giorni di Giugno (venia non mi ricordo se dal 2 al 6 o altre date), ma il tempo "miserable" combinato con l'unico mezzo per le foto che ho (iphone) non danno buoni risultati, quindi aspetto speranzosa qualche raggio di pallido solicino per fare qualcosa di più presentabile.
Anche per fare qualcosa di leggero e rilassante, visto che il periodo è tutto tranne che rilassante.

Essere un immigrato è dura, lo è sicuramente in modo più serio e grave per i poveri extracomunitari che sognano una vita tranquilla e sicura in Italia mentre cercando di attraversare lunghi tratti di mare con barconi affollati e fatiscenti,ma in qualche piccolo modo lo è anche per una coppia italiana di mezza età (no frena..lui è di mezza età oh) che con tutte le carte e i diritti in regola arriva tranquilla con un volo chiassoso della Ryanair.
C'è uno shock culturale da superare, c'è uno shock climatico che è da accettare e c'è tanta paura, tanta ansia e tanto stress.
L'Inghilterra non è un paese facile o meglio lo è se riesci a stare dietro a tutto quello che vogliono da te per accettarti tra loro. Ma è un paese con ancora alcune opportunità e sicuramente con tante cose da fare e da vedere, è un paese affascinante.

E' un paese di esagerazioni.
E' tutta la sera che cerco una parola giusta per definire quello che è la mia impressione da sempre. Si va e molto facilemente e velocemente da un estremo all'altro.
Sono esagerati alcuni nell'essere eleganti , come alcuni nell'essere sciatti. Nel mangiare sanissimo (tra organic e super lussiosi whole market c'è da sbizzarrirsi) e nel mangiare junk food (sei a casa quando arrivi a londra e senti odore di cheesburger ovunque anche alle 3 del mattino). Nel caos cittadino di Piccadilly Circus e nella pace dei verdissimi parchi come quello di Greenwich.
Nell'etichetta perfetta ma dall'altra parte nel fregarsene altamente delle etichette e dei commenti.
Questa è Londra.
Tutto a 360°.
E questo destabilizza soprattutto chi come me è sempre stato convinto che i grigi sono importanti nella vita tanto quanto i neri e i bianchi.
Perchè la sensazione quando arrivi qui è che se non ti butti ad essere una "esagerazione" rimanendo nel limbo del "comune" , questa città può schiacciarti e farti stare anche molto male.

Ed è tutto tranne che facile il buttarsi e soprattutto il riuscire ad emergere nell'esagerazione di essere qualcosa o qualcuno.
Ci proverò. Sarà tutto o niente.

night my darlings


post signature

domenica 6 maggio 2012

EBOOK Dispensa corso Wp

Ma come sono già passate due settimane? Ah ma allora ditelo che mi avete regalato l'orologio che corre il doppio rispetto agli altri..

Bollettino:
- partenza prevista per Martedì
- meteo che mi aspetta sulla pioggia andante, insomma come qui bleah
- valigie ancora da fare
- casina nuova che mi aspetta olè

Questi giorni oltre a rilassarmi un po' e stare con la mia famiglia, ho terminato (e portato avanti) alcuni corsi online e scritto un po'..ma soprattutto ho terminato la versione ufficiale della dispensa che ho creato per il "corso wedding planner" , una bella pacca sulle spalle perchè era da tempo che mi stavo impegnando per completarla in modo perfetto e tra una cosa e l'altra ho dovuto sempre rimandare.

Volevo dedicare una pagina apposita del menù del blog proprio alla dispensa, ma per adesso la trovate sotto la pagina "CORSI" .
Trovate tutta la spiegazione, il perchè e per come, ho creato due versioni : sia pdf che Epub per i reader (e non dite che non vi ho ascoltato!)

Perchè secondo me è una dispensa importante e perchè ha un costo un po' impegnativo?
Perchè sono ben 55 pagine fitte fitte di informazioni preziose su come iniziare questo lavoro e come organizzare un matrimonio, di consigli spassionati e di suggerimenti tra me e voi e mi conoscete..non mi risparmio, non lesino mai sulle informazioni. 
Una dispensa chiara e onesta, una ottima base per iniziare un percorso sano e serio alla professione di Wedding planner.

Che poi c'è bisogno del corso non sto' a divervelo vero? ..perchè la dispensa è completa e ben fatta (tsè) ma parlare con la vostra maestra è tutt'altra cosa.
Per chi è interessato al corso , domani aggiungerò alla pagina della dispensa anche tutte le possibilità di corso online da poter organizzare senza problemi.

Buona lettura a tutti quelli che vorranno fidarsi di me e dei miei consigli ;)



post signature